Gli insegnanti scoprono il coaching - Fedro Google+
    Insegnanti e coaching

    Con questo articolo ho il piacere di condividere una nuova esperienza di coaching applicata in ambito scolastico. Come sempre ci motiva il desiderio di offrire il nostro contributo alle scuole che sentono il bisogno di ridefinire il modo in cui pensano, formano e gestiscono la missione educativa per adattarsi alle sfide imposte da un mondo in veloce cambiamento.

    Ed è proprio nell’ottica di fornire risposte e soluzioni nuove che si è appena concluso un ciclo di incontri di coaching di gruppo a cui hanno preso parte i docenti degli Istituti scolastici facenti capo alla Scuola Polo Formazione Nomentano di Roma.

    Il percorso è stato progettato con l’obiettivo di offrire agli insegnanti delle primarie e delle secondarie, tecniche e approcci coaching finalizzati ad acquisire strategie comportamentali e nuove capacità da utilizzare per la costruzione di relazioni efficaci con gli studenti.

    In una logica progressiva, ogni incontro è stato dedicato al trasferimento di quelle competenze coaching che consideriamo più strategiche per la creazione di una dinamica relazionale costruttiva e motivante sia per il gruppo classe che per il singolo studente.

    Lo sviluppo del senso di autoefficacia, la costruzione della relazione di fiducia, le domande e l’ascolto potente, la formulazione del feedback e la conversazione basata sull’approccio coaching, sono stati i filoni conduttori del percorso formativo.

    Il ciclo di incontri si è concluso con un’attività di group coaching che ha supportato i partecipanti nella identificazione di un proprio obiettivo di sviluppo personale e a stilare un primo piano di azione funzionale al raggiungimento dello stesso.

    È stato in occasione del lavoro di sintesi sugli apprendimenti che abbiamo osservato con soddisfazione quanto il percorso avesse inciso sull’acquisizione di nuove consapevolezze e stimolato la generazione di nuove strategie comportamentali da parte dei docenti.

    Durante il percorso formativo diversi sono stati i cambiamenti dichiarati dagli stessi insegnanti come “adottare un approccio empatico”, “specificare con più attenzione e precisione agli studenti i progressi da raggiungere”, praticare “l’ascolto attivo”, porre “più domande aperte”, ”stilare un patto di fiducia”.

    Significativi sono stati anche gli apprendimenti identificati e condivisi dai partecipanti in occasione di un lavoro di gruppo. Eccone alcuni: “Prendere coscienza dell’esistenza dei pregiudizi che impediscono la scoperta della ricchezza interiore del ragazzo”, “fornire un feedback sul quale l’alunno può lavorare con più attenzione”, riconoscere che “il feedback è fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivo stabilito”, ammettere che “l’ascolto delle richieste degli alunni favorisce il rispetto e la collaborazione reciproca”, acquisire che “i ragazzi possono accrescere la percezione di sé e l’autostima”.

    Gli incontri sono stati condotti con modalità mista. I momenti di formazione d’aula sono stati preceduti e seguiti da diverse attività di coaching di gruppo arricchiti da racconti di esperienze personali, condivisioni su sperimentazioni, allenamenti e best practices sulle metodologie apprese.

    L’approccio didattico pratico, ha permesso di fornire numerosi spunti ed indicazioni concrete da mettere in atto con gli studenti ed ha fatto percepire il corso come realmente spendibile nella propria realtà scolastica.

    La partecipazione coinvolta e attiva degli insegnanti ha reso l’esperienza stimolante e ricca di spunti interessanti ed ancora una volta ci ha dato l’occasione di verificare quanto la diffusione della cultura e delle competenze coaching possano costituire una risorsa preziosa al servizio del sistema educativo e scolastico.

    Concludo ringraziando la dott.ssa Orsini, preside della Scuola Polo Nomentano la cui fiducia riposta nel nostro progetto ci ha dato l’opportunità di avviarlo con i docenti delle numerose scuole del III° e XV° Municipio di Roma, gli Istituti ITIS Pascal e IC Maria Montessori nelle cui aule siamo stati ospitati per lo svolgimento delle attività didattiche.

     

    Lina Morello

    Coach ACC-ICF, Consulenza Coaching in ambito scolastico

    Add comment